America, Asia, Confessioni Audit Eterodossie Satire, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Educazione e Cultura, Etica e religioni, Europa, Geopolitica Conflitti Pace, Informazione e media, Italia, Migrazioni, Politica

CENSURA PREVENTIVA/LIBERTA’ DI STAMPA: L’intervista al Presidente Assad non trasmessa dalla RAI – VIDEO

Il colloquio tra Monica Maggioni e il presidente siriano sarebbe dovuto andare in onda entro il 9 dicembre. Cosa è successo? L’irritazione di Damasco e il dibattito sui media arabi

Era tutto predisposto per la messa in onda su RaiNews dell’intervista fatta da Monica Maggioni al presidente siriano Bashar al-Assad ma, nel giro di meno 24 ore, tutto è saltato, ovvero l’intervista non è stata trasmessa. Lo apprende l’AGI in merito alla vicenda che sta assumendo sempre più i contorni di un giallo e ha suscitato l’irritazione del governo di Damasco. La presidenza siriana aveva affermato che, se il servizio non andrà in onda entro lunedì 9 dicembre, come sarebbe stato concordato tra le parti, verrà trasmesso comunque sui media siriani.

Una ricostruzione della vicenda vede tutto concentrato, secondo quanto AGI ha appurato, tra domenica 1 dicembre e lunedì 2. La giornalista ex presidente Rai e attualmente amministratore delegato di RaiCom ha proposto il servizio al direttore di RaiNews24, Antonio Di Bella, il quale l’avrebbe ritenuto interessante, tanto da attivare la redazione esteri del canale ‘all news’ per uno speciale da mandare il lunedì sera nel corso della rubrica Checkpoint, prevedendo un collegamento con la corrispondente da Istanbul, Lucia Goracci, e con in studio a Roma il professor Francesco Strazzari, professore associato di Relazioni Internazionali alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Lunedì pomeriggio però, mentre Strazzari è in viaggio per Roma, apprende l’AGI, questa parte di Checkpoint viene annullata, ovvero l’intervista al presidente siriano non andrà in onda. L’intervista, scrive in una nota l’ad della Rai, Fabrizio Salini, “non è stata effettuata su commissione di alcuna testata Rai. Pertanto non poteva venire concordata a priori una data di messa in onda”.

Il dibattito sui media arabi

Da Al Jazeera ai siti egiziani, lo scontro tra la presidenza siriana e la Rai trova grande spazio nell’informazione araba. “Le critiche di Damasco alla tv italiana per non aver ancora trasmesso l’intervista” ad Assad hanno innescato un ampio dibattito anche sui social tra le fazioni opposte. “A causa di un colloquio con al Assad, la presidenza siriana è infuriata con un canale italiano”, titola Al Jazeera che cita la Reuters come fonte della notizia. Ovviamente la base è il comunicato pubblicato ieri dalla presidenza di Damasco sulla propria pagina di Facebook. Tra gli altri, il casoè’ stato trattato dall’anchorman del canale qatarino, Faisal Al Qassem, sulla propria pagina Twitter (5,5 milioni di follower) e su Facebook (13,5 milioni di fan).

L’ArabicPost, erede dell’Huffpost Arab, titola: “Il regime di Assad è arrabbiato con un canale italiano e lo minaccia… Aveva rilasciato un’intervista ma non è stata trasmessa”. Nella ricostruzione del fatto, citando il sito All4syria.org, viene data una possibile interpretazione della vicenda: “L’Italia teme che le persone interpretino l’intervista come un riavvicinamento della posizione italiana nei confronti della Siria, specie perché nei giorni scorsi qualcuno aveva dichiarato che Roma è intenzionata a riprendere i rapporti con Damasco”. Non è tutto. “Non è escluso che ciò che ha dichiarato Assad nel colloquio non sia in linea con quanto si attendono i politici italiani”.

Sui social il dibattito è tra chi accusa Assad di non avere riconoscimento dall’Europa perché considerato a capo di un regime sanguinario e chi invece accusa l’Europa di non voler dare anche la versione di Damasco della guerra siriana.

La versione araba del sito russo Sputnik è stata tra i primi a dare la notizia. Ripresa poi dai principali siti di altri Paesi, tra cui l’egiziano Youm7 e il libanese Lebanon24. Così com’è finita sul canale allnews iraniano, Al Alam, e sulla tv irachena Al Sumaria.

E il caso arriva anche in Cina. “La tv italiana rimanda la trasmissione dell’intervista ad Assad e Damasco accusa l’Occidente di nascondere la verità”, titolano le agenzie stampa cinesi, Hangzou e Huanqiu. Da Pechino si dà conto del comunicato della presidenza di Damasco. “Il governo siriano accusa spesso le nazioni occidentali di tentare ancora di screditare l’attuale situazione in Siria di fronte ai conflitti in corso nel suo Paese”, scrive Hangzou.

 

FONTE: AGI

 

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

DOPO COVID-19

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti ad altri 1.704 follower

Blog Stats

  • 1.199.455 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 

cambiailmondo2012@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: