Annunci
America, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Geopolitica Conflitti Pace, Informazione e media, Politica

Jeremy Corbyn: “Il futuro del Venezuela è una questione dei venezuelani”

Il leader del partito laburista del Regno Unito, Jeremy Corbyn, ha detto venerdì che l’intervento in Venezuela e la richiesta di tutte le sanzioni contro il governo di Nicolas Maduro sono “sbagliate” e che solo i venezuelani hanno il diritto di decidere il proprio destino.

“Il futuro del Venezuela è una questione dei venezuelani: la richiesta del Segretario degli Esteri U.K. Jeremy Hunt di ulteriori sanzioni contro il Venezuela è sbagliata”, ha detto Corbyn in un tweet postato venerdì, la sua prima reazione alla situazione politica in Venezuela.

“Ci opponiamo alle interferenze esterne in Venezuela, sia degli Stati Uniti che di qualsiasi altra parte. C’è bisogno di un dialogo e di un accordo negoziato per superare la crisi “.

Nel corso degli anni, Corbyn si è posizionato come un sostenitore dell’approccio del non-intervento in politica estera, ed è noto per essere un attivista contro la guerra sin dai suoi primi anni in politica e nei movimenti sociali.

Il suo commento arriva mentre il governo dell’UE si sta preparando a dichiarare il riconoscimento del legislatore dell’opposizione Juan Guaido come “presidente ad interim” del Venezuela dopo essersi auto-proclamato come tale il 23 gennaio in violazione della costituzione e delle leggi del paese.

Fonti diplomatiche dell’UE hanno detto a Reuters che, invece di un blocco unanime nel fare una dichiarazione congiunta, ciascuno dei 28 governi si farà avanti con la propria posizione sull’opportunità di sostenere il capo dell’Assemblea nazionale venezuelana.

Gli Stati Uniti sono stati pronti a riconoscere Guaido come “presidente ad interim” e gli alleati di destra di Washington nella regione hanno seguito l’esempio di ciò che invece il legittimo governo venezuelano di Maduro definisce un colpo di stato parlamentare.

Da allora, gli Stati Uniti hanno approvato nuove sanzioni contro Caracas, incluse sanzioni economiche contro la compagnia petrolifera nazionale del paese. Diversi alti funzionari degli Stati Uniti hanno invitato i militari del paese a intervenire a sostegno di Guaido. Tuttavia, l’esercito del paese ha affermato il suo sostegno al governo costituzionale e ha respinto le richieste di un colpo di stato.

 

FONTEhttps://www.telesurenglish.net/

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Puliamo il mondo 2018

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.517 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 846.902 hits

ARCHIVIO

5 Maggio 2018: 200° KARL MARX

Karl Marx

I dieci giorni che sconvolsero il mondo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: