Asia, COVID-19, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Geopolitica Conflitti Pace, Informazione e media, Italia

SIRIA. Cibo per chi è rimasto senza lavoro a tempi del Covid 19. Un progetto di giovani siriani che tutti possiamo sostenere

di Marinella Correggia

Come misura di prevenzione e contenimento della diffusione di Covid 19, in Siria sono state chiuse scuole, università, ristoranti, fabbriche, negozi salvo quelli alimentari e instaurato un coprifuoco notturno. Malgrado le vergognose sanzioni che continuano a colpirla (sempre con nuovi pretesti e accuse),la Siria cerca di proteggersi dalla minaccia della diffusione della malattia e produce anche alcuni farmaci per le cure precoci dei casi.

Ma i provvedimenti per il contenimento del Covid hanno avuto un impatto economico soprattutto sul settore informale. Per questo, un gruppo di giovani della Syrian Democratic Youth Union (del Syrian Communist Party – Unified) sta distribuendo aiuti alimentari alle famiglie in difficoltà. Aiutiamoli!

Scrive Dima Hasan: «Per nove anni abbiamo dovuto affrontare il terrorismo sostenuto dall’esterno, una specie di assedio al nostro paese. Il popolo siriano ha patito lutti e sofferenze. Adesso si trova a fronteggiare un’epidemia che ha imposto misure di prevenzione. Così molti lavoratori, soprattutto del settore informale, precari, non hanno più introiti. Pensiamo ad artigiani, operai a giornata, autisti autonomi, addetti ai ristoranti… Per noi, la reazione migliore è la solidarietà sociale. Così resisteremo! Le razioni che impacchettiamo e distribuiamo – siamo arrivati a 500, con le nostre poche risorse – comprendono: riso, bulghur, olio di girasole, zucchero. Sono i nostri compagni nei vari quartieri a segnalarci i più bisognosi. Vorremmo estendere l’attività ad altre province».

Come possiamo dare una mano (assolutamente necessaria)?

Western Union in Siria funziona. Chi in Italia vive in una città con qualche sportello di Western Union aperto, può raccogliere una somma anche presso amici e parenti e mandarla a Aws Jamal Abdo, Damasco, Siria (il suo numero di telefono da segnalare eventualmente nell’invio è 00963954722134).

Causale: “Food aid for impoverished families affected by the quarantine”

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

DOPO COVID-19

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti ad altri 1.704 follower

Blog Stats

  • 1.188.391 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 

cambiailmondo2012@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: