Annunci
America, Asia, Confessioni Audit Eterodossie Satire, CRISIS, Europa, Eventi manifestazioni iniziative, Geopolitica Conflitti Pace, Informazione e media, Politica, Uncategorized

USA: La corte imperiale alla ricerca di un equilibrio

59 missili non si negano a nessuno. Dopo soli tre mesi di presidenza, gli argomenti e i massaggi delle elites imperiali globali devono aver messo sotto stress e sotto tutela il capitano d’impresa Donald Trump, assurto elettoralmente e nominalisticamente al vertice dell’unica superpotenza militare. Come in tutte le vicende imperiali, le mosse degli alti esponenti della corte, non sono affatto secondari. Sono i punti di vertice di poteri che si contrastano a livello globale e che tentano di trovare un equilibrio in uno dei luoghi centrali.

L’imperatore eretico – o presunto tale – viene riconnesso alla ragione imperiale, che non può essere superata solo perché ha vinto le elezioni scalzando – con vigore inatteso – la narrazione delle fake news. Ciò che sempre vale, sono i rapporti di forza effettivi. I poteri non sono eliminabili solo perché nelle urne si è espressa qualche maggioranza. Può semplicemente essere un errore di percorso che deve e può essere corretto. Oppure l’intera operazione elettorale è stata una novella invenzione cibernetica.

La soluzione dello stallo è nella flessibilità della ragione dell’imperatore: “se il mondo cambia, se il contesto cambia, cambio pure io”. Bisogna solo vedere come cambia il contesto, o meglio quale interpretazione del cambiamento del contesto prevale. E qui, ciò che è decisivo è il monopolio delle fake news. Chi lo detiene decide come cambia il mondo e cosa si deve fare. Il migliore imperatore, da questo punto di vista, è colui che non conosce alcun principio di coerenza. D’altra parte, la ragione geo-politica è proprio questa. E può anche prevedere di tenere in ostaggio l’imperatore cinese in Florida, mentre i missili sono in viaggio.

L’imbecille Assad, alle soglie e nell’imminenza della definitiva vittoria sull’Isis e sui suoi accoliti travestiti da liberal sostenuti a geometria variabile dalla casata dei Saud e da Israele, avrebbe usato le sue bombe al sarin per annientare una marginale sacca di resistenza.

I poveri bambini gassati hanno fatto il giro del mondo. Nessun dubbio da parte della squallida casta del giornalismo occidentalizzante, sulla possibilità che sia stato improvvidamente colpito un deposito di armi chimiche in mano ai ribelli liberal. Ancora meno sulla possibilità che quei depositi siano stati appositamente riempiti di chimica da quei galantuomini che detengono il monopolio nucleare, chimico, biologico.

E’ anche relativamente sorprendente che lo stuolo di leader sub-imperiali dell’occidente si adeguino al punto di addossare la responsabilità di una eventuale escalation… ad Assad. La ragione geo-politica, vale anche per loro, anche se sempre in subordine…

L’esperimento del 7 aprile 2017 è pienamente riuscito dentro il tessuto vitale del mainstream mediatico globale. Ma il 70 o l’80% della popolazione mondiale relativamente informata sa benissimo che si tratta di una marea di falsità. Ciò non cambia, purtroppo, o cambia solo in parte, le regole del gioco: chi detiene il megafono, fa la storia, a prescindere dalla coscienza di chi ascolta che, di fronte a tanto frastuono diabolico, pensa innanzitutto a salvarsi e a mantenere integra la propria coscienza in attesa di tempi migliori.

Che purtroppo non verranno: la valanga degli eventi porta solo in una direzione, quella della confusione, del disordine globale e dello scontro, come mostra l’attentato a Stoccolma, su cui si attende ora di sapere – dal giornalismo – quale logica lo abbia guidato.

Da questo progettato disordine qualcuno pensa di erigere un nuovo ordine. Che probabilmente assomiglierà a un deserto tempestato di fake news in competizione.

 

(Francesco Rombaldi)

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.385 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 746,876 hits

ARCHIVIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: