Annunci
CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Europa, Eventi manifestazioni iniziative, Migrazioni, Politica

Elezioni regionali in Renania-Palatinato, Baden-Württemberg, Sassonia-Anhalt, domina la crisi dei rifugiati. Nei sondaggi vola l’AfD

alternative-fur-deutschlanddi Massimo Demontis (Berlino)

Dopo i successi in Assia i sondaggi danno l’AfD in forte crescita nei tre Länder. In calo SPD e CDU. I Verdi in vantaggio in Baden-Württemberg con il governatore uscente Winfried Kretschmann

Il voto di domenica prossima in tre Länder, Renania-Palatinato, Baden-Württemberg, Sassonia-Anhalt cambierà probabilmente la geografia politica della Germania. Secondo gli ultimi sondaggi il partito di destra AfD, Alternative für Deutschland, potrebbe raggiungere percentuali a due cifre, in Sachsen-Anhalt perfino il 17 per cento.

Sono ore di campagna elettorale frenetica, le macchine elettorali dei partiti girano a pieno regime, tutti i big della politica nazionale sono ospiti fissi dei salotti politici di tutti i canali televisivi. Obiettivo numero uno: fermare l’avanzata dei populisti dell’AfD.

In ballo non c’è solo la formazione dei nuovi governi nei tre Länder che andranno al voto domenica, la loro stabilità politica, l’alchimia delle alleanze del dopo voto. C’è molto di più.

Angela MerkelNel voto regionale sono entrati a gamba tesa, e non poteva essere altrimenti in questa fase politica, temi politici attuali. La crisi dei migranti e dei rifugiati, i problemi dell’integrazione, le paure dei tedeschi, da non sottovalutare o demonizzare piazzando tutti nell’angolo populista o razzista. La paura della perdita “dell’identità nazionale e dell’essere tedeschi” – secondo il linguaggio più diffuso nelle manifestazioni della destra neonazista, delle varie Pegida e di alcuni leader AfD. Paura questa condita da elementi, e qui siamo davvero agli estremi più pericolosi, di nazionalismo della purezza etnica e di razzismo. La paura della “islamizzazione” della Germania e dell’Europa, la perdita dei “valori occidentali”, la tenuta dell’Europa e dell’Ue o la sua disgregazione, la sua stabilità economica e politica, la libera circolazione dei cittadini nei paesi dell’area Schengen, la leadership della Germania in Europa e quella della Merkel in Germania e in Europa, la fiducia-sfiducia nella Cancelliera del “wir schaffen das” (ce la faremo), nella sua visione umanitaria delle porte aperte, la messa in discussione quotidiana della politica della Merkel sia nel suo partito CDU sia da parte dell’alleato e partito fratello CSU, la sua miopia politica di fronte alle resistenze degli altri paesi europei, la mancanza di polso nei confronti dei ricatti di Erdogan.

Di questi temi Alternative für Deutschland ne ha fatto il suo vessillo senza avere un programma vero.

Dopo il voto, se saranno confermati i sondaggi e la perdita di consensi per CDU e SPD non ci sarà un golpe interno contro la Merkel e contro Sigmar Gabriel, ma i malumori nei due partiti sono destinati a crescere.

Sigmar Gabriel ricopre il ruolo di vicecancelliere e di Ministro dell'Economia e dell'Energia nel terzo Governo Merkel.
Sigmar Gabriel 

A rischiare di più, dopo la brutta figura fatta a dicembre, quando è stato rieletto presidente del partito con solo il 74,3 per cento dei voti dei delegati, è Sigmar Gabriel. Nei sondaggi per il voto di domenica il partito socialdemocratico è ai minimi storici e a livello nazionale è inchiodato al 23 per cento. Attualmente viene dato al 13 per cento in Baden-Württemberg, dove governa con i Grünen (i Verdi) e dove rischia il sorpasso dell’AfD, al 15 per cento in Sachsen-Anhalt dietro a Die Linke e all’AfD e in Renania-Palatinato rischia di perdere la poltrona del governatore a favore della CDU.

Come dice il politologo Matthias Micus, “nella sua discontinuità e nella sua poca chiarezza, Sigmar Gabriel simbolizza addirittura la socialdemocrazia”. Ambiguità, discontinuità, confusione, imprevedibilità. Questo è Sigmar Gabriel e così è percepita l’SPD. Pochi sanno o capiscono cosa è e cosa vuole il partito socialdemocratico tedesco. Tutti però ricordano gli anni del “Genosse der Bosse”, il compagno dei potenti, Gehard Schröder con la sua Agenda 2010 e le impopolari riforme Hartz IV.

L’affermazione del partito di destra AfD, Alternative für Deutschland, alle elezioni comunali in Assia ha fatto entrare SPD e CDU in fibrillazione, ma una forte preoccupazione agita tutti i partiti spingendoli a parlare di pericoli per la democrazia.

Nonostante la bassa affluenza alle urne, 48 per cento, il partito fondato a Berlino nel 2013, “fenomeno” (?) molto diverso da quello dei (quasi scomparsi) Piraten, ha fatto il pieno di voti a Francoforte con il 10 per cento, a Wiesbaden con il 16,2 per cento e a Kassel con il 12,2 cento. E per domenica, miracolo delle urne a parte, è annunciato il bis.

L’AfD non si è ancora dato un programma politico. Il suo vessillo politico è la crisi dei migranti e dei rifugiati. Il voto sul programma è stato annunciato per fine aprile in un congresso che si svolgerà a Stoccarda. Del partito fanno parte ex iscritti alla CDU, frustrati da un partito sempre meno conservatore e sempre più liberale, populisti, neonazisti e ammiratori delle teorie della purezza etnica.

 

FONTE: http://www.buongiornoberlino.com/

Annunci

Discussione

Un pensiero su “Elezioni regionali in Renania-Palatinato, Baden-Württemberg, Sassonia-Anhalt, domina la crisi dei rifugiati. Nei sondaggi vola l’AfD

  1. Bene ha fatto il popolo tedesco di ribellarsi da questa invasione la maggior parte di questi menzionati profughi vuole essere assistita finanziaramente e vuole imporci la loro non civiltà di 1500 anni di arretrarezza, se veramente vogliono essere civili perchè distruggono le nostre chiese i nostri monasteri e i resti degli antichi Romani?

    Mi piace

    Pubblicato da Mario Noce | 14/03/2016, 14:40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.224 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 695,423 hits

ARCHIVIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: