Annunci
Confessioni Audit Eterodossie Satire, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Europa, Geopolitica Conflitti Pace, Italia, Politica

Il discorso di Alexis Tsipras a Parigi

alexis tsiprasdi Giustiniano Rossi, (Parigi)
Alexis Tsipras, 40 anni nel luglio prossimo, dal 2008 presidente del Synapsimos (Coalizione della Sinistra, dei Movimenti e dell’Ecologia), capo del gruppo parlamentare di SYRYZA (Coalizione della Sinistra Radicale), che ha ottenuto il 16,78% dei voti alle politiche del maggio 2012 (e il 26,89% alle politiche del mese successivo), diventando il secondo partito nella Grecia governata dalla Destra alleata al PASOK, e vice-presidente della Sinistra europea, ne è il candidato alla presidenza della Commissione europea alle prossime elezioni del mese del maggio prossimo.

Lunedi’ 3 febbraio, nell’immensa sala, strapiena, sotto la cupola della sede centrale del PCF progettata da Oscar Niemeyer, in piazza Colonel Fabien, a Parigi, Tsipras è stato presentato dal segretario del PCF e presidente della Sinistra europea, Pierre Laurent. Erano presenti anche gli ambasciatori a Parigi della Bolivia e del Venezuela. Poco prima, nel corso della giornata, Tsipras aveva incontrato Jean-Luc Mélenchon nella sede del Parti de Gauche, ed aveva dichiarato che « le elezioni europee sono importanti per finirla con l’austerità e le distruzioni sociali. La sola alternativa è a sinistra, la vera sinistra. Non si trova in un’estrema destra populista, né nei socialisti che si stanno trasformando in conservatori neoliberali, né nella destra che ci ha portato all’attuale crisi. Il solo modo per uscire da questa crisi è la lotta unita con tutti i valori della sinistra ».

Aprendo una campagna elettorale che lo porterà a Roma ed in altre capitali europee nelle prossime settimane, Tsipras ha dichiarato che« faremo insieme il viaggio della speranza e del cambiamento per cambiare l’Europa ma anche per cambiare le nostre vite. Possiamo prendere la Bastiglia del neoliberismo globale che è l’attuale Europa neoliberale. I socialisti tradiscono il loro mandato e diventano « co-manager » del consenso neoliberale con la Merkel ». Esiste un muro del denaro che il neoliberismo ha costruito fra alcuni paesi del Nord Europa che si arricchiscono a spese di paesi del Sud Europa, al limite della sopravvivenza.

La nostra ricchezza, ha detto Tsipras, sono le lotte sociali. I socialisti sono sempre meno socialisti e finiscono per gestire il processo neo-liberale con la Merkel. « Dobbiamo domandare con forza ai socialisti » ha proseguito « siete con l’Europa dei mercati e del capitale o con l’Europa dei popoli ? » In Grecia si dice che non si puo’ stare contemporaneamente a bordo di due barche, come il candidato alla presidenza della Commissione europea, Martin Schulz, perché si finisce per cadere in acqua. Il progetto della Sinistra europea è di unificare l’Europa che oggi il liberismo divide. E’ necessaria una conferenza europea sul debito, come fu fatto dopo la II guerra mondiale, quando alla Repubblica federale tedesca fu concessa una moratoria e il dimezzamento del debito della Germania. Occorre un new deal europeo, per uno sviluppo equilibrato del continente ed una trasformazione ecologica della produzione in un quadro politico nuovo. Le politiche europee dell’immigrazione devono essere cambiate. « Noi non voteremo », ha affermato Tsipras, « per un’Europa che ammazza la gente!»

L’estrema destra populista rappresenta, secondo Tsipras “il più grande dramma dell’Europa”, specialmente in Grecia, dove “Alba Dorata pretende di essere una forza anti-sistema ma non è altro che il braccio armato del sistema ». Disoccupazione e povertà inducono paura e disperazione e facilitano l’estrema destra, forza di riserva del neoliberismo, che le dirigono contro gli immigrati.

Il 25 maggio gli elettori potranno scegliere fra i gestori della crisi come Hollande e Schulz ed i rappresentanti della Sinistra europea, che si rivolgono ad un’area politica e sociale ampia, comprendente gli stessi socialdemocratici. E’ importante votare, altrimenti altri lo faranno. Rivolgendo un appello ai giovani lavoratori per ricostruire un’Europa della democrazia e dei diritti sociali unendo la sinistra, Tsipras ha affermato che Syriza sarà il nuovo governo greco e che anche altrove in Europa le oligarchie al potere saranno cacciate. « Creeremo la sorpresa », ha concluso, « perché le vostre lotte sono le nostre e le nostre sono le vostre. »

 

Fonte: http://carlogiuliani.fr/

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.385 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 745,868 hits

ARCHIVIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: