CRISIS, Europa, Lavoro economia società, Scienza e Tecnologia

Volkswagen macina un nuovo record: 22 miliardi di utili

volkswagen-1di Massimo Demontis (Berlino)
A differenza di Fiat, Peugeot, Opel, Ford e Renault che devono fare i conti con un calo generalizzato – a due cifre – delle vendite di auto in Europa e nonostante la sua campagna acquisti (Porsche, MAN, Ducati) e i molti miliardi investiti Volkswagen macina un nuovo record. La casa automobilistica di Wolfsburg ha incassato 22 miliardi di euro, nessun’altra azienda nella storia della Repubblica Federale Tedesca aveva mai raggiunto utili così alti.

Una crescita del 40 per cento rispetto all’anno precedente inclusi gli effetti dell’acquisizione della Porsche. Depurato dagli “effetti speciali”, come è definito dalla stampa tedesca il valore aggiunto apportato dalla Porsche, l’utile operativo è stato di 11,5 miliardi di euro. Un leggero balzo in avanti se confrontato con quello del 2012, tenendo presente la crisi di mercato e il calo delle vendite.

D’altra parte era quello che voleva il boss della Volkswagen Martin Winterkorn: mantenere stabile l’utile operativo in una situazione congiunturale molto difficile e per alcuni dei concorrenti addirittura drammatica. Il giro d’affari del gigante dell’auto è aumentato da 159,3 a 192,7 miliardi di euro anche grazie ai risultati della Porsche e del produttore di autotreni MAN. Volkswagen aveva acquisito la Porsche per 4,5 miliardi di euro. Il valore attuale della casa automobilistica sportiva supera ampiamente i 10 miliardi di euro e Porsche, con la testa  già rivolta alla conquista di nuove fette di mercato, ha annuciato che nei prossimi cinque anni assumerà 3000 nuovi lavoratori per raggiungere una produzione di 200.000 auto nel 2018.

“Nel corso dell’anno il terreno economico del nostro business è diventato molto più difficile. Tuttavia siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo posti” ha dichiarato  l’amministratore delegato Winterkorn.

Dati alla mano ancora un anno record per Volkswagen che nel 2012 ha raggiunto per la prima volta il tetto di 9 milioni di auto vendute. Eppure il mercato borsistico non ha accolto bene i numeri presentati ieri. Il titolo della multinazionale di Wolfsburg ha perso in borsa oltre il 5 per cento.

Causa dello scetticismo sono le aspettative per l’anno in corso. Mentre Volkswagen per il 2013 punta ad un risultato operativo almeno pari a quello del 2012, i mercati sono di tutt’altro avviso e prevedono che essa possa risentire del calo delle vendite in Europa. Altro motivo di delusione degli analisti sono i dividendi inferiori alle attese che Volkswagen distribuirà agli azionisti.

Gli azionisti comunque non saranno soli quest’anno con i loro “magri” dividendi. Anche Winterkorn, il manager europeo più pagato in assoluto, riceverà un po’ di soldi in meno, 14,5 milioni di euro invece dei 17 del 2011.

Considerato l’outlook fortemente negativo del mercato automobilistico il 2013 non sarà un anno facile nemmeno per la Volkswagen e per i sogni di Winterkorn di scalzare dalla vetta delle vendite mndiali di auto Toyota e General Motors.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

DOPO COVID-19

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti a 1.844 altri iscritti

Blog Stats

  • 1.301.466 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 

cambiailmondo2012@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: