Annunci
CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Europa, Eventi manifestazioni iniziative, Italia, Lavoro economia società, Politica, Uncategorized

“Uscire dalla crisi attuando la Costituzione”: iniziativa a Napoli con Paolo Maddalena

Uscire dalla crisi attuando la Costituzione 1.  (di Paolo Maddalena, Vice Pres. Emerito della Corte Costituzionale)

L’orizzonte culturale in cui viviamo. E’ diffusa nell’immaginario collettivo l’idea che la nostra epoca è caratterizzata dalla “globalizzazione”, ma si tratta di una idea ancora confusa e imprecisa, alla quale, tuttavia, si attribuisce un senso di necessarietà e quasi di fatalismo: essa è concepita come un “dato” indiscutibile intorno al quale dovrebbe ridisegnarsi la nuova struttura dell’economia e, in ultima analisi, delle società nelle quali viviamo. Vedremo tra poco di cosa in realtà si tratta.

Ma intanto appare utile precisare che molti neoliberisti sostenitori della globalizzazione sono ora scettici sui suoi vantaggi e che lo stesso premio Nobel per l’economia, Stiglitz1 , uno dei primi sostenitori di questa nuova visione del mondo, ha riveduto e capovolto il suo pensiero, ponendo bene in chiaro che la globalizzazione è stata considerata in una prospettiva errata e che i danni sociali ed economici che questa ha prodotto, specie sotto il profilo della “disoccupazione”, sono pesanti e insostenibili per lo stesso nostro vivere civile.

Il problema è talmente grave ed importante che deve essere studiato nelle sue radici: si tratta in effetti di porre come oggetto di riflessione un vero e proprio “cambiamento epocale”, che ha travolto il nostro tradizionale modo di pensare e ci ha proiettati in una direzione tutt’altro che definita.

La facilità delle telecomunicazioni, degli spostamenti da un luogo ad un altro, dell’essere informati in tempo reale di qualsiasi cosa accada anche nei posti più remoti del mondo, hanno offuscato lo stesso concetto di “confine”, che sinora aveva costituito, per così dire, anche lo spazio di dominio dei nostri convincimenti e delle nostre aspirazioni, per cui lo stato d’animo oggi imperante è quello di un totale “smarrimento”, nel quale tutto appare possibile e nel contempo difficile da raggiungere, poiché se è vero che la tecnologia ha fatto passi da giganti e l’orizzonte del sapere umano si è profondamente allargato, è anche vero che il nostro campo di affermazione rimane limitato dalle nostre reali capacità.

A questo punto, sembra che l’uomo si sia ripiegato su se medesimo e che, preso atto della propria incapacità di governare se stesso e ciò che lo circonda, cominci a disinteressarsi anche del quotidiano, di quanto accade in politica, nell’economia e nel sociale, ritenendo che il bello e il buono coincida con il “nuovo”, anche se questo nuovo appare, ad una attenta riflessione, come un scatola vuota, che lascia, ovviamente, il vuoto in chi la percepisce.

E’ per questo che in filosofia si parla di “pensiero debole”, in diritto si parla di “diritto debole” e nelle comunicazioni prevale, per così dire, la “rappresentazione debole”, declinato poi in “teatrino”, quando si parla di politica. In sostanza, assistiamo ad una “fuga dal concreto verso l’astratto” e persino in economia, la più concreta delle realtà, si è tramutato lo “scambio reale di beni e servizi” in “scommesse” che comportano per il vincitore l’acquisto, non di un bene reale, ma di taluni diritti astratti, che altro non sono, come ricorda il Gallino, delle “promesse di beni”.

Basti pensare alla “cartolarizzazione dei diritti di credito”, alla “cartolarizzazione degli immobili pubblici da vendere”, ai “derivati”, ai “project bond” e al tre simili fantasticherie, delle quali in seguito parleremo. In questo strato di cose, è ovvio che si dilegua lo stesso “concetto di Stato” e che al posto dello Stato assume sempre maggiore potere la “finanza”, e cioè le “multinazionali”, che sovente provengono dalla “fusione” di più imprese, e le “banche”, le quali si sono quasi completamente sostituite allo Stato nella “creazione del danaro dal nulla”.

La prospettiva è, così, quella di un mondo nel quale la “sovranità” spetta al “mercato”, cioè all’azione delle summenzionate multinazionali e banche, mentre principio costituzionale inderogabile diventa Il “pareggio di bilancio” e l’uomo, se non riesce ad essere “auto imprenditore”, non può altrimenti essere concepito se non come “uomo merce”, il cui lavoro, ovviamente, deve costare il minimo possibile, con buona pace di quanto dispongono i vigenti articoli 4, 36 e 38 della Costituzione. (…)

 

LEGGI TUTTO IL DOCUMENTO IN PDF

 

Leggi anche: Intervista a Paolo Maddalena

 


INFORMAZIONI PER PARTECIPARE

La giornata del 14 maggio a Napoli si annuncia come una grande assemblea partecipata.

Proprio per consentire ad ogni partecipante di poterne godere a pieno, di seguito alcuni elementi organizzativi e logistici importanti:

– per aderire, e garantirsi l’accesso prioritario in Sala dei Baroni (fino alle ore 10,15), occorre scrivere a: attuarecostituzione@gmail.com, indicando i propri dati e quelli della/e altre persone partecipanti se ve ne sono.

– i lavori inizieranno puntualmente alle 10,30

– la giornata non prevede alcun intervallo o pausa pranzo, e per questa ragione l’organizzazione ha approntato un servizio di catering che potrà garantire uno spuntino a tutti e a tutte senza doversi spostare dal luogo dell’evento: con 5 euro si potrà ricevere un buono per il ritiro, durante tutta la giornata di due caffè, acqua (se in bicchiere senza limiti, se in bottiglia una), un dolce e un rustico. Ogni persona potrà ritirare anche più di un buono

– chiediamo la collaborazione di ogni persona presente per lo svolgimento dell’assemblea che, come da programma, presenta complessità di conduzione da affrontare con la disponibilità e la responsabilità collettiva

– gli interventi dal pubblico saranno limitati alle due ore previste nel programma, e, se sarà possibile, qualcosa in più alla fine. In tal senso stiamo già raccogliendo le richieste di intervento. Ci scusiamo con ogni persona che non potrà intervenire, nel caso succedesse, ma vogliamo sottolineare che quest’assemblea è stata strutturata per vivere insieme momenti di confronto ed elementi di novità e prospettiva che crediamo potranno rappresentare il vero valore aggiunto

– per raggiungere il Maschio Angioino consigliamo di utilizzare, per chi arriva dalla stazione centrale, ma in generale, la metropolitana Linea 1, uscendo alla fermata Municipio che vi porta proprio a due passi dalla sede dell’incontro

– per ogni esigenza potrete contattare i seguenti numeri di cellulare: 333.4905495 / 333.4076430 / 349.6631080

– l’assemblea si svolgerà in un luogo di grande valore storico, monumentale e artistico, il Maschio Angioino: per questo chiediamo fin d’ora la massima attenzione e cura nel muoversi nello spazio del Maschio Angioino e della Sala dei Baroni

L’organizzazione dell’evento è stata gestita da un Comitato promotore costituito informalmente per tale scopo, che sarà presente per tutta la durata dell’assemblea e che sarà disposizione per qualsiasi esigenza.

L’ultimo documento di Paolo Maddalena.

 

ARRIVEDERCI A NAPOLI DOMANI 14 MAGGIO!

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.225 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 695,593 hits

ARCHIVIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: