Diritti sociali diritti umani, Eventi manifestazioni iniziative, Informazione e media, Italia, Lavoro economia società, Migrazioni, Politica

Lettera di Renzi agli italiani all’estero: Broglio Preventivo ?

Come si è appreso da diverse agenzie stampa e TV, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha inviato a casa degli elettori all’estero (4.023.902 persone), un depliant accompagnato da lettera e numerose foto di incontri con i suoi sostenitori esteri (da Obama alla Merkel), invitando a votare SI al prossimo referendum costituzionale. Bisogna riconoscere la perfetta tempistica dell’invio, visto che da domani cominceranno ad arrivare a casa degli elettori, i plichi per il voto per corrispondenza.

La lettera è piena di slogan a favore del SI che fanno intendere qual è l’immagine che il presidente del consiglio e gli estensori della lettera suoi consiglieri hanno degli italiani emigrati: persone con scarsa capacità di giudizio e di informazione. In effetti, l’improvviso interesse per i circa 5 milioni di emigrati di cui oltre 4 milioni di elettori, dopo anni di tagli alle misure attive previste in questo settore operate da diversi governi e che Renzi ha riconfermato, è solo quello di utilizzare questo specifico ambito di elettorato per vincere il prossimo Referendum Costituzionale confermativo, che lo vede in svantaggio in tutti i sondaggi, ivi compresi quelli riguardanti gli italiani all’estero.

Il ragionamento che ha fatto Renzi e i suoi consiglieri è il seguente: statisticamente, sulla base di quanto avvenuto nelle precedenti consultazioni, voteranno al massimo tra 800mila e 1 milione di italiani all’estero; pare che in questa occasione la forte mobilitazione che si registra anche all’estero potrebbe portare al voto circa 1,2 milioni di elettori; si tratta ovviamente, delle persone più informate e che seguono da vicino la politica italiana anche servendosi delle nuove tecnologie di comunicazione, ivi compresi i social network.

Restano fuori quasi altri 3 milioni di potenziali elettori (molto più disinformati) che, opportunamente sollecitati sull’amor patrio e lusingati da una lettera personale del presidente del consiglio, potrebbero reagire positivamente e votare SI’.

Si tratta dunque di un’operazione molto spregiudicata e scorretta, poichè, allo stesso tempo, non vi è stata, da parte del Governo un’azione di informazione preventiva che illustrasse, come dovuto, le ragioni del SI’ e le ragioni del NO a tutti i cittadini elettori fuori dai confini. Nè vi sarà, pur essendo stati stanziati 19,7 milioni di Euro per il voto per corrispondenza dall’estero, su cui si sta ancora attendendo di capire (anche a seguito di una interrogazione dell’On. Melilla (SI), come sono stati e saranno spesi e ripartiti tra i diversi paesi.

Nel frattempo i plichi per il voto stanno già arrivando a casa degli elettori all’estero, i quali da domani cominceranno a votare.

Le domande sono:

1)- con quali soldi il presidente del Consiglio ha finanziato questa operazione di informazione a senso unico ? Sono soldi suoi, del PD, del Comitato per il SI’, del Governo, dei consolati e ambasciate o di altra provenienza ? La domanda è fondata, poiché, se ha spedito 4 milioni di lettere in giro per il mondo, il costo di questa azione si aggira tra i 2,5 e i 3 milioni di Euro. Se non avesse utilizzato soldi suoi e quindi soldi pubblici, ci troveremmo di fronte ad un fatto gravissimo, perché questa campagna sarebbe finanziata pro-quota anche da tutti coloro (la maggioranza) che intendono votare o voteranno NO. (E questo varrebbe, sempre pro-quota, anche se ha usato soldi del PD !)

2)- avendo scritto da Presidente del Consiglio di un paese che egli rappresenta nella sua unità, come è possibile inviare una lettera che illustra solo la posizione del SI’ ? Da questo punto di vista, la scorrettezza è evidentissima e potrebbe essere interpretata come una sorta di broglio preventivo e di manipolazione di milioni di persone che non dispongono di informazioni alternative che invece lo Stato, quindi in primis il Presidente del Consiglio, dovrebbe loro garantire.

 

Se tutti gli italiani all’estero conoscessero gli effetti che questa riforma ha sulla loro specifica condizione di cittadini italiani, non avrebbero dubbi a votare NO. Nel volantino che segue, essi vengono rapidamente elencati:

a), cancellazione della loro rappresentanza al Senato.

b), mancato calcolo del voto all’estero ai fini della definizione delle liste o partiti che vinceranno le prossime elezioni.

c), impossibilità di partecipare all’eventuale ballottaggio.

Praticamente il voto degli italiani all’estero e dei tanti cittadini che nei prossimi anni saranno costretti ad andare all’estero alla ricerca di lavoro e di fonti di sussistenza a causa delle malsane politiche di questo governo, sarà cancellato completamente. Con questo colpo di mano, si cancella il principio di parità del voto dell’8% della popolazione italiana e di quella (che cresce a ritmi di 200/300mila persone all’anno), costituita dalla nuova emigrazione italiana.

Invitiamo tutti gli italiani all’estero e tutti coloro che in Italia sono schierati a favore del NO, a diffondere immediatamente nel mondo, a tutti i loro contatti, il volantino che segue; a parlare con i loro parenti all’estero e a far presente la gravità politica dell’atto compiuto dal Presidente del Consiglio Renzi.

 

Filef nazionale

 

Fonte del volantino da scaricare anche in PDF:

QUI (in pdf) e QUI (in file immagine png)

Advertisements

Discussione

12 pensieri su “Lettera di Renzi agli italiani all’estero: Broglio Preventivo ?

  1. Fate attenzione anche agli imbrogli successivi … Chi ha avuto esperienze del voto all’estero sa che sono possibili.
    Comunque per il broglio preventivo, ridicolizzate Renzi che usa il suo potere di presidente del consiglio per avvantaggiare il segretario del PD, mandando in avanscoperta la ministra Boschi … sempre con i soldi del contribuente …. Fa più male una presa in giro che un lungo discorso.

    Mi piace

    Pubblicato da Franco Ianniello | 11/11/2016, 18:22
  2. Da tempo sto pensando all’applicabilità dell’Art.294 c.p.

    Mi piace

    Pubblicato da Lidia Beduschi (@LidiaBeduschi) | 11/11/2016, 19:21
  3. …completo il post precedente: l’inganno previsto puo’ configurarsi come reato? cfr. Cass.,sez.I, sent.n.11835 del 7.9.1989

    Mi piace

    Pubblicato da Lidia Beduschi (@LidiaBeduschi) | 11/11/2016, 19:30
  4. Aggiungerei ai palesi riscontri già evidenziati, la considerazione goduta dagli italiani all’estero, iscritti AIRE, da parte di questo Governo in occasione del varo della legge di stabilità 2016, con la quale ha riservato l’esenzione TASI per la prima casa, posseduta in Italia e non locata,solo agli italiani pensionati all’estero, escludendo tutti gli altri, lavoratori attivi, costretti a lasciare il loro Paese per trovare un lavoro! Questo è il trattamento riservato agli italiani figliastri …ci vuole coraggio e sangue davvero freddo. Certo questa è una minuzia rispetto alle altre norme introdotte che favoriscono una gestione politica monocratica, grazie anche ai poteri di nomina, alla scelta dei candidati ed alla legge elettorale, nonchè una tempesta perfetta nei rapporti con le Regioni e con il nuovo Senato: povera Italia,in che mani siamo capitati! Eppure, quanto stanno offrendo gli scenari internazionali, dovrebbe fare riflettere e creare altre visioni ed altri progetti. Speriamo bene. Viva l’Italia. G.Miduri

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da girolamo | 11/11/2016, 22:14
  5. Visto che vi sentite portatori di tanta correttezza dell’informazione come mai non vi è sembrato opportuno inserire nell’articolo anche il testo di questa fantomatica lettera? Su cinque milioni di italiani all’estero nessuno ha avuto il tempo e il modo di pubblicare questo testo, ma che strano!
    Io risiedo all’estero (con regolare iscrizione all’A.I.R.E.) da ormai tre anni e non mi è arrivata nessuna lettera del Presidente Renzi, ma guarda un po’ si è dimenticato?

    In questi mesi ho assistito a una campagna vergognosa e il solo pensare che tra i sostenitori del NO ci sono gruppi di estrema destra mi fa accapponare la pelle. Come può l’ANPI manifestare per il NO a fianco di forza nuova?!!ma siete impazziti?!!!!per non parlare dei volantini omofobi e razzisti che associavano il SI a slogan nazifascisti d’altritempi.

    Questo articolo non aggiunge nulla e per nulla informa opportunamente sul referendum.

    Mi piace

    Pubblicato da penna bianca | 12/11/2016, 10:09
    • Caro Penna Bianca, la lettera la trovi cliccando qui sotto; è stata diffusa da gran parte dei giornali italiani e oggi è stato presentato un esposto in Tribunale. Non ti turbare troppo se il premier ti ha dimenticato, se recupera il tuo indirizzo ti arriverà la lettera e la scheda per il voto. Sul resto lasciamo stare…

      http://www.huffingtonpost.it/2016/11/11/lettera-estero-referendum_n_12913496.html?utm_hp_ref=italy&utm_hp_ref=italy

      http://www.huffingtonpost.it/2016/11/12/lettera-renzi-tribunale-_n_12929036.html?1478968795&utm_hp_ref=italy

      Mi piace

      Pubblicato da cambiailmondo | 12/11/2016, 21:40
      • Per Sua informazione sono una donna.
        Non si preoccupi che non mi turbo affatto per il mancato recapito della lettera giacché sono in buona compagnia di almeno un’altro centinaio di cittadini e cittadine regolarmente iscritti all’A.I.R.E. che non l’ hanno ricevuta. Il sarcasmo per ridicolare opinioni diverse dalle vostre tenetevelo per il bar, speravo in argomentazioni migliori e più serie.
        Se non dovesse arrivarmi la scheda per il voto mi rivolgerò agli uffici competenti, come previsto dalla procedura.

        Continuate pure a sostenere l’immobilismo, del resto siete in buona compagnia di loschi figuri antidemocratici per antonomasia. Ma possibile che non vi chiediate almeno perché anche forza nuova sia per il No?

        Saluti

        Mi piace

        Pubblicato da penna bianca | 13/11/2016, 17:24
      • Ci scusiamo per l’errore di genere; non voleva certo essere un’offesa. Non c’è nessun sarcasmo; non vogliamo innescare discussioni sul referendum su questo sito; in alternativa ci si può divertire su facebook o altrove. Comprendiamo la sua posizione che ci sembra più fondata sulla cinetica che su valutazioni storiche e politiche. Non siamo per l’immobilismo come può notare dal nome del sito. I cambiamenti possono essere positivi o negativi. Quello proposto da Renzi-Boschi appartiene alla seconda categoria. Quanto alle compagnie volute e quelle non volute, ognuno, come ben sa, ha le proprie. Questo sito sostiene posizioni culturalmente coerenti da quando è nato. Coerentemente siamo per il NO da molto tempo prima che vi saltassero sopra altri poco desiderabili. Se questo articolo non informa, guardi con un pò di attenzione: ce ne sono una ventina di approfondimenti sul merito tutti di persone di riconosciuta fama. Cordiali Saluti ed un invito a riflettere sulle posizioni che esprimiamo e sulle informazioni che diamo non soltanto sulla congiuntura del referendum.

        Mi piace

        Pubblicato da cambiailmondo | 13/11/2016, 23:45
  6. Renzi si è rivolto a noi lavoratori e non a voi fannulloni che volete mantenervi il posto senza fare niente vergognatevi bravo Renzi non temere noi voteremo SI

    Mi piace

    Pubblicato da mario noce | 13/11/2016, 00:48
  7. ma, incredibile..

    Mi piace

    Pubblicato da gugliemo | 14/11/2016, 23:26
  8. Io ancora non ho ricevuto questa lettera, Renzi ha fatto bene, anche se non la ricevo io voto SI e se Vince il SI e sono sicuro per voi il posto di lavoro è in bilico e se non siete die fannulloni venite a lavorare in Germania il lavoro si trova

    Mi piace

    Pubblicato da mario noce | 15/11/2016, 11:07

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

DUE Sì AI REFERENDUM del 2017

Restituire la sovranità agli elettori: firma la petizione

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.115 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Blog Stats

  • 668,331 hits

ARCHIVIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: