Annunci
archivi

Turchia

Questo tag è associato a 15 articoli.

LA NATO DIETRO L’ATTACCO TURCO IN SIRIA

di Manlio Dinucci

Germania, Francia, Italia e altri paesi, che in veste di membri della Ue condannano la Turchia per l’attacco in Siria, sono insieme alla Turchia membri della Nato, la quale, mentre era già in corso l’attacco,  ha ribadito il suo sostegno ad Ankara. Lo ha fatto ufficialmente il segretario generale della Nato Jean Stoltenberg, incontrando l’11 ottobre  in Turchia il presidente Erdoğan e il ministro degli esteri Çavuşoğlu. Continua a leggere

Annunci

Siria Martoriata

di Ali Rashid

Sono molti anni che la “guerra” dilania la Siria. Ha seminato morte, distruzione immane, lo sfollamento di più della metà della popolazione all’interno del territorio nazionale e oltre confine, la distruzione difensiva di un patrimonio storico e culturale di tutta l’umanità e lo smembramento di un tessuto sociale, frutto di migliaia di anni di convivenza. Una storia simile a quella avvenuta in Iraq poco prima continua fino ai nostri giorni, con la differenza che nel caso iracheno fu una coalizione internazionale guidata dagli USA “fuori dalla legalità internazionale” ad assumere la responsabilità dell’invasione del paese “con motivazioni risultate in seguito false”. Continua a leggere

FERMARE la GUERRA della TURCHIA contro i CURDI del ROJAVA

Vergognosa aggressione militare della Turchia contro i curdi del Rojava. 

Il Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati esprime solidarietà al popolo Curdo ed invoca l’immediato intervento Onu

Il Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati, da sempre vicino alla causa del martoriato popolo Curdo, denuncia il grave intervento militare dell’esercito turco in territorio siriano contro la città curda di Afrin nel Rojava occidentale allo scopo di spezzare la continuità territoriale fra i 3 cantoni del Kurdistan siriano e creare un’area cuscinetto profonda 30 km sul suolo siriano a ridosso del confine turco. Una invasione militare in piena regola ai danni di altro paese sovrano fuori da qualsiasi legalità internazionale che colpisce civili inermi ed i gruppi combattenti (Ypg e Ypj) curdi che dal 2014 sono i principali protagonisti della lotta armata sul campo contro l’Isis in Siria ed in Iraq. E’ necessaria l’immediata convocazione del Consiglio di Sicurezza  dell’Onu al fine di condannare e bloccare l’aggressione in atto.

Di seguito il comunicato di questa mattina, domenica 21 gennaio, dell’Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia.

Il Coordinamento del Giga- Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati

Continua a leggere

LA NUOVA GUERRA DELL´OPPIO della NARCO NATO: Afghanistan 2001 – 2016

eroinadi Vittorio Stano  (Hannover)

Quando verrà scritta la storia della guerra in Afghanistan, il sordido coinvolgimento di Washington e dei militari della NATO nel traffico di eroina, e la loro alleanza con i signori della droga, sarà uno dei capitoli più vergognosi. Continua a leggere

COMUNICATO DELLA PEACE ASSOCIATION OF TURKEY: La reazione è nemica della pace

Turchia1L’ultimo attentato a Istanbul ha aggiunto tragedia alla tragedia vissuta dal nostro paese e da tutta la regione.

Un attentatore suicida ha ucciso dieci persone innocenti, stavolta turisti che vistavano Istanbul. Il colpevole indicato è Daesh.
 
Come hanno dimostrato le stragi precedenti, il colpevole vero dietro questo attacco è l’establishment e i suoi poteri esecutivi. Questo potere in Turchia è rappresentato dal partito di governo, reazionario, Akp. L’Akp ha sostenuto non solo Daesh ma anche tutte le altre gang reazionarie in Siria e Iraq, per lungo tempo. E’ del tutto evidente che la Turchia è servita come base a questi gruppi per attaccare il popolo siriano. Di conseguenza, l’Akp è al centro dei crimini di guerra perpetrati contro il popolo siriano e contro l’umanità.

Continua a leggere

Putin: ‘prepararsi a ogni evenienza’

Chiesa-Moscada Pandora TV. Il Punto di Giulietto Chiesa.

Giulietto Chiesa interviene da Mosca per riferire di un drammatico discorso del presidente russo Vladimir Putin davanti ai principali ufficiali delle forze armate del Paese.
In caso di eventuali minacce alle forze russe in Siria, le forze armate devono “agire molto duramente”, ha affermato Putin. Uno scenario internazionale sempre più teso nei mesi a venire. Continua a leggere

Il missile che ha abbattuto il jet russo era contro il gasdottoTurkish Stream

Turkish-Stream-MAP-2di Manlio Dinucci
Il missile Aim-120 Amraam lanciato dall’F-16 turco (ambedue made in Usa) non era diretto solo al caccia russo impegnato in Siria contro l’Isis, ma a un obiettivo ben più importante: il Turkish Stream, il progettato gasdotto che porterebbe il gas russo in Turchia e, da qui, in Grecia e altri paesi della Ue. Continua a leggere

LA FINANZA SPECULATIVA RIALZA LA TESTA: Al G-20 hanno vinto i derivati

g20_Turchiadi Mario Lettieri e Paolo Raimondi
I sanguinosi attacchi terroristici di Parigi perpetrati da fondamentalisti islamici ispirati dall’Isis hanno ovviamente dominato il dibattito e le dichiarazioni pubbliche di tutti i leader del G20 riuniti ad Antalya in Turchia. Tuttavia sul fronte economico il G20 ammette che la crescita mondiale è inferiore alle aspettative e che il commercio internazionale rimane sotto i livelli raggiunti prima della crisi.
La dichiarazione finale del summit, purtroppo, segna un passo indietro rispetto a quelle precedenti.
In passato al centro del dibattito c’era stato il sostegno agli investimenti non solo infrastrutturali per la crescita economica. Tale obiettivo privilegiava il ruolo del “credito produttivo” attinto dai governi e dalle banche di sviluppo multilaterali. Continua a leggere

Peace Association of Turkey: Basta con una politica sanguinaria

turchia_puzzle_etnico_5001Un centinaio di persone hanno perso la vita e molte di più sono state ferite in un’esplosione verificatasi ad Ankara, in Turchia, alla manifestazione che aveva come slogan “Contro la guerra, pace ora”. Questo attacco mira a terrorizzare non solo chi manifesta ma l’intera società. Gli assassini mirano a far sì che il nostro popolo si abitui al terrore e alla violenza. Il loro obiettivo è rendere le persone disperate e impaurite, così che non scendano più in strada. 

Continua a leggere

La Turchia dopo la prova elettorale amministrativa

erdogan elezioni turchia 2014di G.Z. Karl
È stata molto significativa l’immagine di ieri sera di Erdogan intento, con la sua famiglia, a celebrare la vittoria elettorale alle amministrative turche sul balcone della sede del Partito. Pareva un mix tra i discorsi del Duce al balcone di Palazzo Venezia e la presenza sul Mausoleo di Lenin dei principali esponenti del regime sovietico durante le celebrazioni ufficiali. Se quest’immagine simbolica ha un senso, vuol dire allora che la Turchia andrà incontro, nei prossimi tempi, a un periodo alquanto difficile in termini di qualità della sua democrazia. Continua a leggere

Stallo politico in Turchia e fallimenti di Erdogan

erdogan-1di G.K. Zanetta
Con l’avvento dell’estate, le manifestazioni di protesta contro il Governo Erdogan, iniziate a fine maggio per protestare contro l’abbattimento degli alberi del Gezi Park di Istanbul al posto dei quali dovrebbe sorgere in futuro un nuovo centro commerciale, si erano progressivamente spente. Peraltro, soprattutto nel corso del mese di agosto, Erdogan concedendosi un periodo di vacanza, le acque si erano alquanto calmate (è noto infatti che il carattere oltremodo provocatorio e aggressivo di Erdogan renda la polemica politica sempre fin troppo incandescente in Turchia). Continua a leggere

Dove va la Turchia di Erdogan dopo Gezi Park? Parla un attivista

Umuth Turk, intervistato da Alexander D. Ricci (Parigi)
Libertà, uguaglianza delle opportunità, difesa dei beni collettivi: la Turchia ha trovato i suoi ideali. In un colpo solo il paese a cavallo tra occidente e oriente ha vissuto la sua “primavera” e il suo movimento Occupy. Erdogan e dieci anni di politiche controverse sono state al centro della protesta che a partire dallo scorso maggio ha infiammato Istanbul e tutta l’Anatolia. In piazza una generazione intera: è la generazione Y. Umuth Turk, 26 anni, neo-laureato dell’università Statale di Milano, è tornato nel suo paese per dare il suo contributo alla mobilitazione. Continua a leggere

La Turchia al bivio tra ritorno alla normalità e svolta autoritaria

piazza Taksimdi G.K. Zanetta
Come era lecito prevedere, il ritorno di Erdogan dal suo viaggio in nord Africa ha contribuito a reincendiare l’atmosfera in Turchia. L’operazione di sgombero di piazza Taksim avvenuta martedì 11 giugno è stata, di sicuro, partorita dalla sua mente. Continua a leggere

La sfida di Ocalan al Governo turco: 1 milione in piazza per la celebrazione del Newruz

ochalandi Karl G. Zanetta
Diyarbakir, 21 marzo 2013 – Con l’arrivo della primavera, come di consueto, il popolo rivoluzionario del Kurdistan si è radunato a Diyarbakir per celebrare l’arrivo del nuovo anno. La celebrazione del Newruz curdo era particolarmente sentita quest’anno perché ci si attendeva da Ocalan una dichiarazione inviata dal carcere di Imrali al popolo curdo tramite il BDP (Partito della Pace e della Democrazia; il partito maggiormente rappresentativo dell’etnia curda in Parlamento) con cui si proclamava il cessate il fuoco e l’uscita dei guerriglieri del PKK dal territorio turco in direzione del nord Iraq. Continua a leggere

L’aggressione di Erdogan ai deputati del partito curdo

kurdistandi G.K. Zanetta
Nell’impossibilità di trovare una soluzione alla questione curda che ormai da più di un anno è riesplosa violentemente con il riavvio delle attività militari nel sud est della Turchia, Erdogan ha ripreso la sua attività di aggressione sistematica nei confronti degli esponenti parlamentari del BDP, Partito Democratico, rappresentativo dell’etnia curda. Continua a leggere

Annunci

ARCHIVIO

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.557 follower

Blog Stats

  • 890.438 hits

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 

cambiailmondo2012@gmail.com

Annunci