Annunci
archivi

Cristina Fernández de Kirchner

Questo tag è associato a 12 articoli.

IL PAESAGGIO SUDAMERICANO DURANTE LA TORMENTA

di Rodrigo Rivas

Scrivere sulla situazione latinoamericana oggi cercando di evitare luoghi comuni e diffusi fideismi non è semplice. Comunque ci provo, pur sapendo che il punto di partenza e l’analisi sono sempre discutibili.

Due chiarimenti metodologici:

    • l’analisi congiunturale ha sempre una valenza breve. In questo caso l’ottobre 2019;
    • salvo cenno diverso, queste osservazioni si limitano al Sudamerica. Rimando il Messico e l’America centrale e caraibica, le cui dinamiche coincidono solo occasionalmente, ad un’altra occasione.

Continua a leggere

Annunci

Lula e noi

di Jean-Luc Mélenchon

Si traduce un articolo di Jean-Luc Mélenchon, leader del movimento La France Insoumise“ che richiama con forza l’attenzione sul peso mondiale dei preoccupanti recenti accadimenti antidemocratici e non di rado anticostituzionali dell’America Latina. È bene non dimenticare anche la “disattenzione” istituzionale dei singoli paesi europei e dell’Unione Europea nelle sue diverse istanze. L’Italia non fa eccezione, ed anzi nel caso del Brasile ha oggettivamente dato un aiuto alla eversione istituzionale con l’estradizione nel 2015 del banchiere italo-brasiliano Henrique Pizzolato per decisione del ministro della giustizia nonostante il parere contrario di tutti i gradi della magistratura (notizie su questa vicenda sono facilmente rintracciabili on line). T.I. Continua a leggere

Argentina al ballottaggio

Argentina_scioli-macridi Marco Consolo (Santiago)
Le elezioni argentine di domenica scorsa consegnano uno scenario elettorale incerto e lontano dalle aspettative.
Come si sa, 32 milioni di Argentini erano chiamati ad eleggere il Presidente dei prossimi 4 anni, la metà della Camera dei Deputati (130 seggi), un terzo del Senato (24 seggi), i 43 parlamentari del Parlamento del Mercosur (Parlasur) e diversi governatori. Con un’alta affluenza elettorale (quasi il 79 %), sono le ottave elezioni presidenziali senza interruzioni golpiste e le prime post-dittatura dove si va al ballottaggio.
In base alla legge, nel caso che nessun candidato superi il 45% dei voti o il 40% con una differenza di più di dieci punti con il secondo, si va al ballottaggio il 22 novembre. Ed è questo lo scenario che si è presentato alla fine dello spoglio dei voti. Continua a leggere

Argentina, il vento nuovo corre sul filo

kristinadi Tommaso Nencioni (dal il Manifesto del 23 ottobre)
Que se vayan todos! Era il dicem­bre del 2001, e l’intera classe diri­gente argen­tina spro­fon­dava nel grado zero della sua cre­di­bi­lità. Il Pre­si­dente De la Rúa aveva appena sca­te­nato una sel­vag­gia repres­sione nel ten­ta­tivo di porre un freno ai tumulti sociali che scuo­te­vano il Paese, giunto al cul­mine della sta­gione della grande espro­pria­zione neo­li­be­ri­sta. Continua a leggere

Argentina: si cambia dopo la sconfitta elettorale dell’ufficialimo nelle legislative

cristina-en-casadi Adriana Bernardotti (Buenos Aires)
Cristina è tornata al lavoro dopo un delicato intervento chirurgico e come prima cosa ha annunciato importanti cambiamenti nel gabinetto di Governo. Si tratta, evidentemente, di una tempestiva – e pragmatica – reazione alla sconfitta elettorale nelle legislative dello scorso mese di ottobre. Tra le novità, la sparizione dalla scena della figura più polemica e discussa dai poteri economici, dall’opposizione e dai Media in questi anni: il segretario di Commercio Interno Guillermo Moreno. Il suo destino: l’ambasciata argentina a Roma. Continua a leggere

Papa Francesco riceve lunedì il leader della lotta per le terre dei popoli indigeni

qom2-felix Diazdi Adriana Bernardotti (Buenos Aires) – Il dramma dei qom e le vittime dell’attuale modello di sviluppo in Argentina. In un alto gesto politico, il Papa riceve lunedì il leader della lotta per le terre dei popoli indigeni.  Continua a leggere

Bergoglio, Francesco I°, peronista ecumenico. (Ancora sul Papa argentino)

papa-cristinadi Adriana Bernardotti (Buenos Aires)
Passato il brivido iniziale, e le prime reazioni di stupore e incertezza davanti all’elezione a Papa del gesuita definito da Nestor Kirchner “capo spirituale dell’opposizione politica”, il Governo argentino ha cambiato i toni, riaccomodato posizioni, e si appronta a vivere una stagione non esente da rischi. Ieri, in un gesto pieno di simboli, Papa Francisco ha ricevuto la presidente Cristina Kirchner, il primo mandatario di Stato che ha potuto vedere il Papa. Continua a leggere

UN PAPA ARGENTINO CONTRO IL PROGRESSO DEMOCRATICO IN SUD-AMERICA?

cristina-bergogliodi Agostino Spataro
Spero, sinceramente, di sbagliarmi, ma temo che l’elezione a Papa del cardinale argentino Mario Bergoglio  potrebbe essere stata concepita, anche al di là della sua volontà, come nuovo fattore della strategia dei poteri forti internazionali per il “recupero”, la “normalizzazione” dell’America del Sud. Mentre il mondo è in piena recessione economica, in quasi tutti i Paesi del Sud-America è in corso una grande mutazione politica ed economica in favore del progresso dei poveri, dei lavoratori, dei ceti meno abbienti, delle stesse economie nazionali con risultati buoni, talvolta eccellenti. Continua a leggere

Cristina Kirchner: dura replica al FMI che minaccia un “cartellino rosso” contro Buenos Aires

La presidente argentina Cristina Kirchner,  nel  suo discorso alla tribuna dell’ONU, ha detto che “la FIFA ha avuto più successo nell’organizzare i mondiali di calcio che il Fondo Monetario Internazionale (FMI) nel riorganizzare l’economia internazionale nel corso degli ultimi 20 anni”. Questa è stata la risposta all’altra Cristina, quella che comanda il FMI dopo che venne sbrigativamente estromesso Strauss Kahn, via scandalo sessuale. Continua a leggere

ARGENTINA:Le pentole battono contro Cristina

Decine di migliaia di auto-convocati riempiono le piazze delle principali città del paese
di Adriana Bernardotti (Buenos Aires)
Le pentole delle classe media argentina, le stesse che nelle tragiche giornate del dicembre 2001 hanno accelerato le dimissioni e la fuga del presidente De la Rua, si sono fatte sentire forte giovedì sera a Buenos Aires e nelle principali capitali dell’interno dell’Argentina. I manifestanti, organizzati attraverso le reti sociali e senza l’intervento dei partiti politici, si sono concentrati a Buenos Aires nella Piazza di Maggio e in altri punti nevralgici dei quartieri residenziali. Scene similari si sono ripetute a Rosario, Cordoba, Mar del Plata, Mendoza e altre città del paese. Continua a leggere

Kirchner all’Europa: “I morti non possono pagare i debiti”

Parlando alla Camera di Commercio di Buenos Aires il 2 agosto, il Presidente argentino Cristina Fernandez de Kirchner ha stigmatizzato la politica antipopolare dei governi europei – Ha ricordato che il suo scomparso consorte Nestor Kirchner, ammonì nel 2003 alle Nazioni Unite che “i morti non possono pagare i debiti“. Spiegò che l’austerità non avrebbe mai generato una ripresa in Argentina e giurò di non anteporre gli interessi dei banchieri a quelli dei cittadini. “Sento che l’Europa non capisce questo“, ha detto la Kirchner.  Continua a leggere

Prove di destabilizzazione anche in Argentina ?

di Ricardo Camporeale (Bueno Aires)
Hay que estar atentos y analizar los sucesos del miércoles 20/6 en Argentina como destituyente, donde pudo suceder un desastre y que por suerte, la impecable actuación de las fuerzas de gendarmeria, mantuvieron a raja tabla las ordenes recibidas de la Pta de  no reprimir, a pesar de haber paralizado y desabastecido al país en su totalidad de nafta y gas,con todo lo que esto implica,  fogoneada la situación  con declaraciones de sindicalistas como  Barrionuevo y el propio Pablo Moyano diciendo ” vamos por ellos” o se tienen que ir”.  Continua a leggere

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.557 follower

Blog Stats

  • 887.704 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5 Maggio 2018: 200° KARL MARX

Karl Marx

I dieci giorni che sconvolsero il mondo

cambiailmondo2012@gmail.com

Annunci