Annunci
archivi

Bergoglio

Questo tag è associato a 21 articoli.

Gli uomini di Bannon contro il Papa. Si gira tra la Certosa di Trisulti e Caracas il sequel de “Il nome della rosa”

di Mario Castellano

In un nostro precedente articolo, abbiamo tracciato un parallelo tra i “borsisti” che Steve Bannon riunisce nella “sua” Abbazia di Trisulti, ormai assurta a tutti gli effetti al rango di un Vaticano tradizionalista alternativo ed i “contractors” spediti dal Governo degli Stati Uniti a destabilizzare il Venezuela.

E’ davvero un peccato che Umberto Eco non sia più tra noi: se fosse vivo, ambienterebbe nella Certosa della Ciociaria un “sequel” de “Il Nome della Rosa” ambientato ai nostri giorni: nei panni di Jorge, figurerebbe il “Piccolo Inquisitore” Padre Serafino Maria Lanzetta F. I.: il quale probabilmente troverà a Trisulti l’agognato “ubi consistam”. Continua a leggere

Annunci

Venezuela. Il nunzio apostolico Aldo Giordano a favore del dialogo e della sovranità del Paese. “Questo popolo ha la capacità di risolvere da solo i suoi problemi”

La Santa Sede ritiene che vada rispettata la sovranità del Venezuela e l’auto determinazione del suo popolo. Lo ha affermato il nunzio apostolico a Caracas, arcivescovo Aldo Giordano. “Papa Francesco per quanto riguarda la situazione nel paese è a favore di negoziati e del dialogo”, ha spiegato ai giornalisti il rappresentante vaticano.

“Anche se alcuni non riescono a capirlo, non crediamo nella violenza, non crediamo in altri metodi. Crediamo che le persone, i popoli, abbiano questa saggezza per risolvere i loro problemi in pace “, ha affermato con evidente riferimento alle sanzioni economiche volute dagli Stati Uniti ed alle pressioni anche dell’Unione Europea. Continua a leggere

“La finanza depreda e uccide”. Una lettera del Papa per invitare i giovani al meeting di Assisi su “L’economia di San Francesco”

“Studiare e praticare una economia diversa, quella che fa vivere e non uccide, include e non esclude, umanizza e non disumanizza, si prende cura del creato e non lo depreda”. Questo Papa Francesco chiede ai giovani economisti, imprenditori e imprenditrici di tutto il mondo che invita a partecipare all’evento dal titolo “Economy of Francesco”, in riferimento al Santo di Assisi, che si terrà nella città umbra dal 26 al 28 marzo 2020.

“Cari amici vi scrivo per invitarvi ad un’iniziativa che ho tanto desiderato: un evento che ci aiuti a stare insieme e conoscerci, e ci conduca a fare un patto per cambiare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani”. Continua a leggere

Venezuela, intervista a Eugenia Russian: «Il popolo e la chiesa di base è con la Costituente»

di Claudia Fanti

La voce di una suora sulla situazione venezuelana: i poveri sono con la rivoluzione!

Eugenia Russian, membro della Commissione per la Verità e la Giustizia della ANC – Assemblea Nazionale Costituente della Repubblica Bolivariana del Venezuela
Continua a leggere

One down, show down. La guerra mondiale conclamata

missili_russi-Siriadi Piotr (da megachip.globalist.it)

Chi avvertiva che si puntava al Caos rischiando di arrivare a uno stato conclamato di guerra mondiale era sbeffeggiato. Ma ora i fatti gli danno ragione [Piotr]

  1. A parte gli incorreggibili ciarlatani (qualcuno in questi giorni si sta correggendo), ormai è cosa nota, perché ormai ammessa, che la cosiddetta “guerra civile siriana” è in realtà un attacco sponsorizzato dagli ex partner dell’accordo Sykes-Picot contratto durante la I Guerra Mondiale, cioè Gran Bretagna e Francia, poi istigato ideologicamente, finanziato e armato dall’Arabia Saudita, dal Qatar, dalla Turchia, col concorso attivo di Israele, e condotto da mercenari e volontari jihadisti provenienti da 83 paesi differenti (se poi qualcuno insiste a chiamarla “guerra civile” almeno spieghi che non sta usando né l’Italiano né il raziocinio, ma qualcos’altro).

Continua a leggere

Cuba: il benvenuto di Raul Castro a Papa Francisco (video)

raul_castro_papa_francesco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grecia: Pablo è morto, Pablo è vivo!

pablo-1di Rodolfo Ricci
Bisogna essere sinceri,  chiari, realisti: non si può assumere l’operato di Tsipras e della maggioranza di Syriza come se l’abominevole “accordo” sia una mezza vittoria rispetto alla volontà tedesca di far fuori la Grecia dall’eurozona. In realtà si tratta di una sconfitta cocente, di una battaglia perduta. Di una resa quasi incondizionata di fronte alla mole di fuoco di tedeschi e satelliti vari; e allo stesso tempo, non si deve accondiscendere alla versione della presunta mediazione franco-italiana che ne avrebbe impedito l’uscita dall’Euro, perché anche i mediatori avevano un interesse specifico in materia: quello di rendere come manifesta e inequivocabile, per le masse disorientate, la velleità delle sinistre “radicali” (e dei cosiddetti populismi) in Grecia e nel resto dei paesi dove questi movimenti sono in crescita. Continua a leggere

Papa Francesco in Bolivia: serve cambiamento globale

epa04837903 A handout picture made available by the Bolivian Information Agency (ABI) shows Pope Francis (C) being welcomed by members of the local community as Bolivian President Evo Morales (R) looks on, upon his arrival at El Alto Airport in El Alto, Bolivia, 08 July 2015. Pope Francis is in Bolivia as part of his Latin American tour from 05 to 12 July 2015.  EPA/BOLIVIAN INFORMATION AGENCY  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

A handout picture made available by the Bolivian Information Agency (ABI) shows Pope Francis (C) being welcomed by members of the local community as Bolivian President Evo Morales (R) looks on, upon his arrival at El Alto Airport in El Alto, Bolivia, 08 July 2015. Pope Francis is in Bolivia as part of his Latin American tour from 05 to 12 July 2015. EPA/BOLIVIAN INFORMATION AGENCY HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

(ANSA) – Al secondo raduno mondiale dei movimenti popolari nella Bolivia di Evo Morales

“Abbiamo bisogno, e vogliamo un cambiamento”. “Parlo di problemi comuni a tutta l’umanità”. Questo sistema non regge, gli umili lo hanno capito prima degli scienziati. “L’ho detto e lo ripeto: terra casa e lavoro sono diritti sacri”. E ancora: no alla economia del dio denaro, agli interessi di chi saccheggia la madre Terra, al neocolonialismo e al monopolio della ideologia dei media. Un Papa, seppure latinoamericano, che partecipa a un incontro mondiale dei movimenti popolari nello Stato plurinazionale della Bolivia, dopo aver ospitato il primo in Vaticano, è un evento. L’ accoglienza che ha ricevuto è significativa e impressionante. Le parole che ha detto suonano come un manifesto ‘aideologico’ per una “Patria Grande” quanto il mondo. Il Papa sogna davanti ai movimenti popolari i modi per vincere le sfide dell’umanità: gli interessi dei potenti, dice sono “globali, non universali”. Continua a leggere

Laudato si’, sulla cura della casa comune: l’enciclica di Papa Francesco

Laudato siiLaudato si’“, l’Enciclica di Papa Bergoglio, una sintesi di alter-globalismo che recupera i temi e le lotte dei decenni di emancipazione latino americana e dei forum sociali mondiali. Un grande affresco degli impegni presenti e futuri dei cristiani e a tutti gli uomini, non solo a quelli “di buona volontà”.

La distanza con le dinamiche della Curia è planetaria. Con le parole di Bergoglio, figlio di emigranti piemontesi in Argentina e per sua stessa ammissione, un peccatore, la Chiesa si emancipa definitivamente da una ritualità spesso subalterna e ipocrita e assume l’opzione della pastorale della terra: per gli ultimi, per il rispetto della natura, contro lo sfruttamento selvaggio del capitalismo finanziario, per il riequilibrio dei beni e delle risorse, per una pace che è il risultato della giustizia sociale.

Bush III ha già detto che il Papa si deve interessare di altro, e la sordina mediatica nazionale e globale è già calata sull’Enciclica; poco se ne sentirà parlare sul mainstream. Nè i partiti che si definiscono cristiani (o social democratici) sembrano gradire l’irruzione di Bergoglio. Un motivo in più per leggerla e diffonderla, anche per non sentirsi del tutto soli e per non far sentire solo il Papa latino americano.

Cliccando sull’immagine si può scaricare e leggere Laudato si’ in Italiano. A seguire le altre versioni Continua a leggere

I cattolici che fanno finta di non sentire

bergoglio100di Tonino D’Orazio
Cos’ha detto questa mattina Bergoglio? Non c’è telegiornale, ogni giorno che non ci descriva una frase a effetto di Bergoglio. Tutti si commuovono per la sua saggezza popolare, comprensibile, non escatologica come il suo predecessore. Eppure non sono altro che ceffoni per la coscienza cattolica che governa questo paese da secoli e più in generale per il mondo cristiano intero. Continua a leggere

I poveri per i poveri

poveri-per-i-poveridi Tonino D’Orazio
In questa guerra che i ricchi stanno vincendo contro i poveri avvengono almeno due fatti importanti. Uno, quello di rendere nobile la povertà, se non di valorizzarla. E’ positivo e negativo. (Si potrebbe definire una situazione gesuitica). E poi, che i poveri, finalmente, sono contenti che si parli di loro! Si parli, s’intende. L’altro fatto, riguarda la solidarietà dei poveri verso i poveri. Si tocca il cuore, sapendo che solo loro ce l’hanno e capiscono la solidarietà nella miseria. La Chiesa l’ha sempre saputo. Continua a leggere

Lettera aperta a Francesco


Dobbiamo lasciarci infiammare da… grandi e sublimi aspirazioni…Osare aprire sentieri mai esplorati e scalare vette mai raggiunte.

Napoli, 4 ottobre 2013

All’attenzione di Francesco
Capo Sovrano di Stato Vaticano, 266º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica, Jorge Maria Bergoglio Continua a leggere

Intervista a Papa Francesco: Il mio programma è questo ….

papa francesco 10Dopo la lunga lettera di risposta al fondatore di Repubblica, Eugenio Scalfari, di qualche settimana fa, la lunga intervista pubblicata oggi dal quotidiano italiano, sempre a firma di Scalfari, costituisce un documento di grande rilievo per comprendere le sue sensibilità e il suo programma di rinnovamento della Chiesa. Ma anche la sua visione del mondo in cui viviamo e di ciò che è decisamente da cambiare. L’intervista può essere letta QUI . Continua a leggere

Immigrazione, papa Francesco: “Dare i conventi chiusi ai rifugiati”

papa francesco OKIl pontefice, in un incontro al centro Astalli, a Roma, ha detto di riutilizzare i monasteri non più in uso per ospitare i profughi in cerca di un riparo. Queste strutture, ha aggiunto Bergoglio, non servono alla Chiesa per essere trasformate in alberghi e per guadagnare altri soldi. Continua a leggere

Siria: la lettera di Papa Francesco a Putin. Testo integrale.

papa francescoA Sua Eccellenza
Il Sig. Vladimir PUTIN
Presidente della Federazione Russa

Nell’anno in corso, Ella ha l’onore e la responsabilità di presiedere il Gruppo delle venti più grandi economie mondiali.

Sono consapevole che la Federazione Russa ha partecipato a tale Gruppo sin dalla sua creazione e ha svolto sempre un ruolo positivo nella promozione della governabilità delle finanze mondiali, profondamente colpite dalla crisi iniziata nel 2008. Continua a leggere

BRASILE, la Riforma politica di Dilma Roussef: finanziamento pubblico per migliorare la democrazia

papadi Adriana Bernardotti (Buenos Aires)
Dilma Roussef e il PT hanno capito che la strada per canalizzare le richieste di partecipazione giovanile espresse dai manifestanti e per avvicinare la politica alle necessità dei cittadini è la concretizzazione della  Riforma Politica, sempre rimandata: un dibattito vecchio di almeno venti anni ma ogni volta affossato in Parlamento. UN REPORTAGE SUL BRASILE CHE INTERESSA ANCHE L’ITALIA. Continua a leggere

Papa Francesco: «Chi ha pianto per i migranti morti? No alla globalizzazione dell’indifferenza»

L’Omelia di Papa Francesco a Lampedusa – “​Immigrati morti in mare, da quelle barche che invece di essere una via di speranza sono state una via di morte. Così il titolo dei giornali. Quando alcune settimane fa ho appreso questa notizia, che purtroppo tante volte si è ripetuta, il pensiero vi è tornato continuamente come una spina nel cuore che porta sofferenza. Continua a leggere

Bergoglio: Vittima della “sinistra anticlericale”?

La sinistra sudamericana sa distinguere tra popolo credente e cardinal– Il basso clero appoggia i governi del Brasile, Argentina, Venezuela, Bolivia, Ecuador e Nicaragua –

(T.P. – Caracas) In alcune esclusive chiese di Buenos Aires, personaggi di spicco dell’elite, accanto a sopravvissute figure patibolari della dittatura miitare, sfoggiavano coccarde bianco-gialle sui loro completi firmati. Hanno fatto quadrato attorno a Bergoglio. Continua a leggere

UN PAPA ARGENTINO CONTRO IL PROGRESSO DEMOCRATICO IN SUD-AMERICA?

cristina-bergogliodi Agostino Spataro
Spero, sinceramente, di sbagliarmi, ma temo che l’elezione a Papa del cardinale argentino Mario Bergoglio  potrebbe essere stata concepita, anche al di là della sua volontà, come nuovo fattore della strategia dei poteri forti internazionali per il “recupero”, la “normalizzazione” dell’America del Sud. Mentre il mondo è in piena recessione economica, in quasi tutti i Paesi del Sud-America è in corso una grande mutazione politica ed economica in favore del progresso dei poveri, dei lavoratori, dei ceti meno abbienti, delle stesse economie nazionali con risultati buoni, talvolta eccellenti. Continua a leggere

Il Papa argentino. Francesco I, il conservatore popolare nei torbidi della dittatura

di Gennaro Carotenuto
Jorge Bergoglio, Papa Francesco I, è quello che in Argentina si definisce un “conservatore popolare”, un esponente tipico –e dichiarato- della destra peronista. Sinceramente attento alla povertà, umile a sua volta, ha già rinnovato con successo la chiesa argentina senza modificarne il segno politico conservatore. Per i cardinali che lo hanno eletto in conclave deve essere apparso una scelta perfetta su tutti i fronti. Continua a leggere

Bergoglio, grande amico delle elites argentine

Il Dittatore Videla prende l’ostia dalle mani di Bergoglio ?

Il quotidiano argentino Pagina12 pubblica un profilo del novello papa Francesco I. Non si esime dal ricordare che come cardinal Bergoglio presenta alcune ombre nella sua biografia. Su Bergoglio ci sono ombre per il suo atteggiamento durante la dittatura militare, mai condannata o criticata. E’ messo in discussione, accusato da varie testimionanze, per la scomparsa di alcuni sacerdoti ad opera delle polizie segrete della dittatura. Continua a leggere

Annunci

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Segui assieme ad altri 1.557 follower

Blog Stats

  • 887.712 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5 Maggio 2018: 200° KARL MARX

Karl Marx

I dieci giorni che sconvolsero il mondo

cambiailmondo2012@gmail.com

Annunci