COVID-19, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Geopolitica Conflitti Pace, Italia, Lavoro economia società, Politica

#Covid19: per 95% economisti quarantena ha priorità sul PIL. Zingales: “PIL a -300% prezzo accettabile per salvare milioni di vite”

Mentre in Italia, a fronte di 15mila morti accertati e di un tassi di contagio che rimane ancora preoccupante, c’è chi già pensa a riaprire tutto, negli Stati Uniti gli economisti hanno le idee ben chiare su come affrontare la situazione: il lockdown va perseguito fino in fondo, anche a costo di una contrazione del PIL senza precedenti.

E’ quanto evidenzia il sondaggio condotto dall’Università di Chicago il 27 marzo scorso. Alla domanda:

Una risposta politica organica al coronavirus comporterà la necessità di tollerare una contrazione molto forte dell’attività economica fino a quando la diffusione delle infezioni non sarà diminuita in modo significativo

il 95% ha risposto che è d’accordo o molto d’accordo, mentre solo il 5% ha risposto di essere incerto e nessuno, ripetiamo, nessuno, ha risposto negativamente.

Risultati simili anche nelle risposte alla domanda successiva

Abbandonare il lockdown in un momento in cui la probabilità di una recrudescenza delle infezioni rimane alta porterà a un danno economico totale maggiore rispetto a sostenere il lockdown per eliminare il rischio di recrudescenza

Pare quindi che gli economisti americani, a differenza di molti loro colleghi italiani, di certi politici e di certe associazioni imprenditoriali, abbiano ben chiaro quanto in effetti la letteratura economica ha da dire sul tema, ovvero che anche dal punto di vista economico è meglio chiudere il più possibile subito e aspettare che passi.

Zingales: anche la perdita del 300% del PIL è un prezzo accettabile per salvare chi morirebbe di Covid19

Sempre dall’Università di Chicago arriva un interessante articolo di Luigi Zingales. Dopo aver sottolineato che i politici del mondo occidentale  sono stati indotti dagli interessi imprenditoriali a ritardare a annacquare le misure di contenimento e che tale scelta “viene venduta come razionale mentre è solo una negazione irrazionale della realtà”, l’economista italiano si domanda provocatoriamente (e cinicamente) quale sia il rapporto costi-benefici del lockdown. Per farlo, Zingales si rifà ad uno studio statistico sul valore economico di una vita umana negli USA, pari a 14,5 milioni di dollari correnti. Supponendo un contagio intorno al 70% della popolazione e un tasso di letalità intorno al 4,5% (dovuto al decesso di gran parte di quel 5% di pazienti critici che non troverebbero posto nelle terapie intensive), e scontando del 37% il valore della vita umana prima richiamato poiché gran parte dei decessi riguarderebbe gli ultra 65enni, Zingales arriva all’incredibile cifra di 65mila miliardi di dollari, pari a tre volte il Pil statunitense. In altri termini, anche una contrazione del PIL del 300% sarebbe comunque un prezzo equo da pagare per salvare quanti potrebbero perdere la vita per il Covid19!

FONTE: https://keynesblog.com/

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

DOPO COVID-19

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti ad altri 1.703 follower

Blog Stats

  • 1.198.692 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 

cambiailmondo2012@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: