archivi

Archivio per

Il gioco a rimpiattino di Monti con il fondo salva stati

di Alfiero Grandi

E’ possibile fare il punto dopo circa 10 mesi di Governo Monti ? I “compiti a casa” dovevano servire ad ottenere dall’Europa – e dalla Germania – un impegno a sostenere il nostro paese ad affrontare la crisi finanziaria ed economica. Il risultato è diverso. La riunione europea di giugno che ha deciso il meccanismo “salva spread” ha legato l’intervento alla richiesta formale da parte del paese in difficoltà. Questo qualifica l’intervento non come interesse comune ma solo del paese in difficoltà. Non a caso il premier spagnolo Rajoi ha cercato di allontanare il più possibile la richiesta di intervento, visto che già l’aiuto alle banche spagnole ha comportato l’adozione di tagli pesantissimi sullo stato sociale e sul lavoro. Continua a leggere

UNASUR: Regno Unito, giù le mani dall’Ecuador

Internazionalizzato il contenzioso con Londra – Caporetto diplomatica del Foreign Office 
di Tito Pulsinelli (Caracas) – Riuniti con urgenza a Gayaquil (Ecuador), i ministri degli esteri dei 12 Paesi del blocco sudamericano UNASUR (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Guyana, Ecuador, Uruguay, Paraguay, Perú, Surinam y Venezuela) si sono schierati a fianco dell’Ecuador, oggetto d’una “minaccia di attacco alla missione diplomatica” di Londra. Hanno ribadito il diritto sovrano degli Stati a concedere asilo. La diplomazia sudamericana è compatta contro la tracotante uscita di William Hague, che in poche ore si è dtrasformata in un boomerang. Continua a leggere

Siria. I reportage “fuori fuoco” che nessuno riprende

Curioso. Un inviato dell’Ansa, agenzia ufficiale italiana, manda una serie di reportage da Antiochia, città al confine con la Siria, terminale per chi arriva o va ad Aleppo. E cadono nel silenzio totale.
In effetti le informazioni preziose che Cerri manda “sbattono” alquanto con l’informazione “embedded” che viene presa per buona nelle redazioni mainstream e non solo. Per esempio che questa zona di Turchia non gradisce affatto che si attacchi la Siria; oppure che da qui passano a fronte militanti qaedisti che la polizia turca non ferma, ma il numero preoccupa ormai anche i “resistenti” siriani. Continua a leggere

Kirchner all’Europa: “I morti non possono pagare i debiti”

Parlando alla Camera di Commercio di Buenos Aires il 2 agosto, il Presidente argentino Cristina Fernandez de Kirchner ha stigmatizzato la politica antipopolare dei governi europei – Ha ricordato che il suo scomparso consorte Nestor Kirchner, ammonì nel 2003 alle Nazioni Unite che “i morti non possono pagare i debiti“. Spiegò che l’austerità non avrebbe mai generato una ripresa in Argentina e giurò di non anteporre gli interessi dei banchieri a quelli dei cittadini. “Sento che l’Europa non capisce questo“, ha detto la Kirchner.  Continua a leggere

DOPO COVID-19

Sostieni CAMBIAILMONDO

Dai un contributo (anche piccolo !) a CAMBIAILMONDO

Per donare vai su www.filef.info e clicca sull'icona "DONATE" nella colonna a destra in alto. La pagina Paypal è: filefit@gmail.com

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti ad altri 1.710 follower

Blog Stats

  • 1.211.752 hits

ARCHIVIO

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 

cambiailmondo2012@gmail.com