Africa, CRISIS, Diritti sociali diritti umani, Geopolitica Conflitti Pace, Politica

Egitto: Fratelli Musulmani contro tutti

di Elisa Ferrero (Il Cairo)
Mancano 53 giorni al passaggio di poteri dai militari ai civili e nulla sembra certo. E’ tornata la calma ad Abbaseya (è ancora in vigore il coprifuoco ogni notte), ma centinaia di arrestati restano nelle mani dei tribunali militari. I generali, tuttavia, non rivelano quanti sono esattamente. L’attivista Asmaa Mahfouz, invece, accusata tempo fa di aver aggredito un sostenitore del Consiglio Militare (il quale, in precedenza, aveva già denunciato diversi altri attivisti, ad esempio il blogger Alaa Abdel Fattah) si è vista riconfermare la condanna a un anno di carcere, assieme alla multa di 2000 sterline egiziane.

La propaganda elettorale, nel frattempo, prosegue in mezzo a scambi infuocati tra i candidati. Giovedì prossimo si terrà un dibattito televisivo fra i due principali contendenti, Amr Moussa e Abdel Moneim Abul Fotouh, che si accusano reciprocamente di essere, rispettivamente, un “resto del vecchio regime” e un Fratello Musulmano mascherato da islamista liberale. Sarà interessante, però, assistere a questo dibattito, il primo di questo tipo in Egitto, dove fino a poco più di un anno fa non ve n’era alcun bisogno, essendo le elezioni presidenziali un semplice referendum che chiedeva di esprimere il proprio consenso o dissenso alla Presidenza di Mubarak. E naturalmente il risultato era scontato.

I Fratelli Musulmani, sempre in crisi di popolarità, sembrano in guerra un po’ con tutti. La disputa con il Consiglio Militare sul governo Ganzouri pare attenuarsi, dopo che Tantawi – secondo Saad al-Katatny, presidente della Camera Bassa – ha promesso, due giorni fa, un rimpasto di governo. Finora, però, nulla si è mosso e non è la prima volta che si sente questa promessa. E i Fratelli Musulmani sono rimasti soli nel chiedere le dimissioni del governo Ganzouri, perché ormai nemmeno i salafiti li sostengono, ritenendo che cambiare l’esecutivo adesso sia una cosa inutile, visto che le presidenziali si avvicinano e presto i militari cederanno il potere.

Tra salafiti e Fratelli Musulmani non corre buon sangue, attualmente, dopo che la Daawa Salafita e il suo braccio politico, il partito al-Nour, hanno deciso di sostenere Abul Fotouh alle elezioni. Inoltre, i Fratelli Musulmani hanno aperto un nuovo fronte di battaglia, proponendo (con estremo ritardo) l’emendamento della legge elettorale, con l’abolizione dell’articolo 28 che stabilisce l’inappellabilità delle decisioni della Suprema Commissione Elettorale. La Commissione suddetta se l’è presa a male e ha cancellato l’incontro di ieri con i candidati. Sembra che la Commissione, offesa per le illazioni provenienti dal Parlamento sulla propria onestà, abbia sospeso tutte le attività di preparazione delle elezioni, entrando in sciopero. Dico sembra, perché in realtà, dalla stessa Commissione, giungono dichiarazioni contrastanti. Il presidente Farouq Sultan sostiene che i lavori procedano normalmente, mentre il segretario generale Hatem Bagato afferma che siano stati sospesi. La solita confusione e mancanza di trasparenza. E le elezioni? Saranno rinviate se la Commissione è davvero in sciopero?

Poi c’è l’altra pericolosa spada di Damocle che incombe sul Parlamento: la Corte Costituzionale, infatti, ha iniziato a esaminare la costituzionalità della legge sulle elezioni parlamentari e, se questa non verrà riscontrata, buona parte dei deputati potrebbe tornare a casa.

In mezzo a tutto questo pasticcio, non si può non notare ancora una volta la frammentazione delle forze secolari. L’accordo per scegliere un unico candidato rivoluzionario (tra Khaled Ali, Hesham al-Bastawisi, Hamdeen Sabbahi e Abul Ezz el-Hariri) è fallito miseramente. Facile, per gli islamisti, vincere le elezioni, con questa sinistra e questi liberali. Sempre che i militari vogliano, ovviamente.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua e-mail e clicca sul pulsante Cambiailmondo per ricevere le news

Unisciti agli altri 595 follower

LINK consigliati

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Altri link

 
 
 
 

Blog Stats

  • 314,650 hits

ARCHIVIO

I più letti oggi:

cambiailmondo2012@gmail.com

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 595 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: